Museo
ARCHIVIO E BIBLIOTECA CAPITOLARE - MUSEO - DIDATTICA - FONDAZIONE

Museo del Tesoro del Duomo

Mostre e Iniziative

Bookshop

Info





 


Il Museo si snoda tra alcune stanze al piano terra del Palazzo Arcivescovile, affrescate durante l'episcopato di monsignor Agostino Ferrero (1511-1536), e propone una scelta significativa dei beni appartenenti al Tesoro del Capitolo della Cattedrale di Vercelli, straordinaria ed importante documentazione del prestigio della Chiesa vercellese fin dal medioevo. Il percorso museale guida alla scoperta di realtà diverse da quelle attuali, sia dal punto di vista artistico sia da quello liturgico, mettendo in evidenza il valore di Vercelli quale crocevia artistico e fulcro dell’evangelizzazione piemontese.
Nella sala principale si stagliano, per le loro monumentali dimensioni, una copia fedele del Crocifisso, straordinaria opera di oreficeria dell’epoca ottoniana, conservata in Cattedrale, ed il suo originario “riempimento” in legno, cocciopesto e resine organiche, che insieme a frammenti tessili fece da sostegno alla sottile lamina d'argento esterna.
Tra gli oggetti più importanti, il Rotolo pergamenaceo con scene tratte dagli Atti degli Apostoli, prodotto nello scriptorium vercellese e ascrivibile alla fine del XII secolo; numerosi reliquiari, pregevoli per la fattura e l'ottimo stato di conservazione, alcuni risalenti alla seconda metà del VII secolo, con anima lignea rivestita da sottili lamine argentee, in parte dorate; la legatura in lamina d'argento dell'Evangeliario di S. Eusebio, "Codice A", della metà del X secolo; quella in oro e argento decorata con smalti e pietre preziose dell'Evangelistario, detto “Codice C”, risalente alla metà dell'XI secolo (entrambi i codici sono conservati nell’attigua Biblioteca Capitolare); lo splendido bastone pastorale, in argento finemente lavorato, commissionato dallo stesso monsignor Agostino Ferrero nel 1520 e da lui donato alla Cattedrale vercellese insieme ad altri capolavori di oreficeria, quali ostensori e calici in metallo prezioso finemente lavorato. Dal 12 dicembre 2013 sono visitabili le Stanze del Papa, che conservano l'arredo disposto in occasione della visita di Giovanni Paolo II nel 1998. Sono visibili, inoltre, suppellettili, dipinti e paramenti liturgici del primo Cinquecento.

The Museum is hosted in some rooms located on the ground floor of the Archbishop’s Palace, which were frescoed during the episcopacy of Monsignor Agostino Ferrero (1511-1536). It displays a good choice of the assets belonging to the Tesoro del Capitolo della Cattedrale di Vercelli (Chapter Treasure of the Vercelli Cathedral), an extraordinary and important documentation of the prestige of the Church of Vercelli since the Medieval times. The museum collection leads visitors to discover different artistic and liturgical realities compared to the current ones, highliting the role of Vercelli as an artistic crossroad and centre of the Piedmontese evangelization. It houses a true copy of the Crucifix, an extraordinary piece of goldsmith’s art of Ottonian times displayed in the Cathedral, as well as its original “filling” made of wood, cocciopesto (Opus signinum) and organic resins which, together with textile fragments, supported the thin external silver sheet. In its rooms there are also other important objects, such as the parchment-like Scroll depicting scenes from the Acts of the Apostles, which was produced in the scriptorium of Vercelli at the end of the 12th century, as well as many different types of reliquaries dating back to 7th - 18th century. In December 2013 the Stanze del Papa (Pope’s rooms) were opened to the public: these rooms accommodated John Paul II during his visit in Vercelli in 1998 and now they contain part of the textile heritage, which has a high artistic and devotional value, such as John Paul II’s vestments, Giuliano della Rovere’s chasuble (first bishop of Vercelli from 1502 to 1503 who became Pope with the name of Julius II) and the 16th century tapestry with the Battesimo di Cristo (Baptism of Christ) by a Flemish atelier.

TESORI DAL MUSEO: CUSTODI, SUGGESTIONI, SEGRETI E MEMORIE...
Per comprendere maggiormente il proprio patrimonio il Museo offre ai gruppi la possibilità di approfondimenti combinati e legati a specifiche tematiche:

- Custodi preziosi: reliquie e reliquiari
- Suggestioni del '500 vescovile
- I segreti dell'arte orafa
- Memorie dalla Cattedrale Medievale

Ingresso e visita guidata al Museo del Tesoro del Duomo e alla Pinacoteca Arcivescovile: € 9,50 (a persona)

Ingresso e visita guidata al Museo del Tesoro del Duomo e alla Cattedrale di Sant'Eusebio: € 6,00 (a persona)

Ingresso e visita guidata al Museo del Tesoro del Duomo, alla Pinacoteca Arcivescovile e alla Cattedrale di Sant'Eusebio: € 10,00 (a persona)